sabato 11 giugno 2011

Filologico...

Green Green...Hello? Unsustainable!


Carissimo Alejandro… Aravena,
scusa, ti disturbiamo oltreoceano,
solo per sapere se almeno tu ritrovi il Filo Logico…
Premio: Miglior Cervello Italiano Collegato.
Concorso: “Filologia” Cerebrale
Purtroppo non abbiamo vinto.
Siamo solo stati segnalati.
Meglio di niente, no?
Eppure avevamo attivato entrambi gli emisferi…

















Solo a noi, il Filo Logico.
Si, certo, la commissione tutta italiana
non si preannunciava nè agevolante, né predisposta 
a rilevare  nella nostra corteccia prefrontale
neuroniche idee all’avanguardia,
vibranti sinapsi incipienti …


Breve stralcio della ovvia Relazione non  vincente.
Scusate se sono Architetto.
Penso, rifletto, parlo, scrivo…riscrivo e non mi accontento.
Nell’intreccio di complessità teoriche quale humus fertile per la mente,
metempsicosi culturale in cui districarsi, groviglio di idee mutabili…
non mi accontento. Di stare.
Disegno, immagino, presuppongo… e non mi accontento.
Linee interrotte, frammentate, spezzate, chiaroscuri, tratteggi a china,
sezioni, prospetti, linee di definizione, scale ridotte, particolari al vero,
dettagli costruttivi…ipotesi, disegni tendenti all’infinito, disegni infiniti…
E non mi accontento. Di ridisegnare solamente.

Nessun filo logico ancora, vero Alejandro?
Ma ora, per presunta plasticità sinaptica,
decostruiamo e costruiamo positivamente... Forse.

Scusate se sono architetto e vorrei Fare Architettura.
E Costruire. E vedere nascere, seguire con cura e crescere opere.
E sentirle. E toccarle. E viverle.
E non mi accontento. Di essere Teorico.

Si, lo so, avevamo molte pretese…
Come, Alejandro, una relazione ovvia?
Ovvia  ma non scontata, almeno in Italia,
Come? Far restituire il Premio?
Allora c’era il filo logico… Grazie!

Un abbraccio mesocorticale ad intreccio collegato…
E’ sempre un piacere, con te.
Ti aspettiamo in Italia, non perdere il filo….


Architetto Inquieto...Italiano

Nessun commento:

Posta un commento